Laboratorio ceramico

Le ceramiche siciliane sono l’espressione di una terra di artisti. I colori, le forme, i materiali sono testimonianza della cultura popolare che si tramanda da secoli da generazione in generazione.

I corsi di ceramica si svolgono a Caltagirone, “Città della Ceramica”, e prevedono:

 

LA CONOSCENZA DELLA MATERIA

La materia prima per la realizzazione della ceramica è l'argilla, estratta dalla terra e trattata; viene modellata e forgiata al tornio, a stampo (pressata su stampi di gesso), a pressa (pressata tramite macchinari) e a collaggio (trasformata allo stato liquido, viene versata su delle forme di gesso e dopo aver raggiunto lo spessore desiderato viene svuotata).


L'ESSICCAZIONE

Ogni oggetto forgiato deve subire un periodo di essiccazione necessario alla evaporazione dell'acqua contenuta nell'argilla. L'essiccazione è naturale se avviene a temperatura ambiente, invece è forzata se avviene tramite essiccatori.




 LA TERRACOTTA

Dopo la fase di essiccazione, gli oggetti vengono infornati a una temperatura di circa 980 gradi centigradi per 12 ore. I manufatti rimangono in forno dopo la cottura altre 24 ore circa per la fase di raffreddamento che avviene per dissipamento di calore.





 SMALTATURA
I manufatti, divenuti terracotta, vengono immersi manualmente in delle vasche contenenti uno smalto composto da polvere di vetro trasparente che aggiunto a degli ossidi come lo stagno, ad alte temperature vetrifica. Gli smalti, possono essere piombici o apiombici se contengono o meno  piombo.





PULITURA E SPUGNATURA

Gli oggetti smaltati vengono spugnati alla base d'appoggio perché dopo la decorazione torneranno in forno ed un'eventuale presenza di smalto a contatto con i ripiani del forno provocherebbe danni al manufatto.
Studio dei colori e della loro trasformazione causata dal calore.



LA DECORAZIONE

L'oggetto smaltato verrà finalmente decorato, in questa fase verranno illustrati i diversi stili decorativi ( seicento, ornato, arabesco, palermitano)
Si effettueranno i decori interamente a mano con dei colori formati da pigmenti ottenuti dal miscuglio di ossidi coloranti ad altri ossidi, quali, silicio ed alluminio.



IL PRODOTTO FINITO

In fine il manufatto decorato tornerà nuovamente in forno e verrà sottoposto ad una cottura di circa 8/12 ore ad una temperatura di 920/950 gradi centigradi dove gli smalti ed i colori si fonderanno e vetrificheranno dando vita alprodotto ceramico.

Il tempo di raffreddamento o dissipamento di calore è di circa 18/24 ore.




PROGRAMMA DIDATTICO

 

Al fine di conferire agli alunni partecipanti al corso in oggetto una conoscenza complessiva di base sull’argomento, abbiamo ritenuto opportuno suddividere il corso in tre moduli:

MODULO 1: elementi di storia della ceramica di Caltagirone dalle origini ai giorni nostri; evoluzione delle tecniche; come la ceramica di Caltagirone è stata influenzata dalle varie dominazioni approdate in Sicilia; il ruolo della ceramica nella vita e nella cultura Siciliana.

Durata del modulo 1: 2 ore.

MODULO 2: elementi di tecnica e pratica della forgiatura e plasmatura dell’argilla; elementi di tecnica e pratica dell’asciugatura e preparazione della cottura dell’argilla; elementi tecnica e pratica di cottura della ceramica.

      Durata del modulo 2: 5 ore.

MODULO 3: pratiche di utilizzo degli smalti; pratica di smaltatura e spugnatura; pratiche di utilizzo dei colori ceramici; tecniche e pratiche del decoro ceramico; tecniche e pratiche della seconda cottura.

      Durata del modulo 3: 8 ore.